fbpx
 

La storia dei due cani

La storia dei due cani

Questa è la storia di due cani: uno felice e l’altro arrabbiato, che entrano in due momenti diversi nella stessa stanza.

 

Il primo ne uscì scodinzolando, il secondo ringhiando.

 

Una donna dall’esterno osservò l’intera scena e incuriosita decise di entrare nella stanza per capire che cosa rendeva il primo tanto felice e il secondo così furente.

 

Con grande sorpresa la donna trovò una stanza piena di specchi.

 

Il cane felice aveva trovato cento cani felici come lui che lo guardavano, mentre il cane arrabbiato aveva trovato solo cani arrabbiati che gli abbaiavano contro.

 

Questa breve storia porta con se una morale molto importante:

 

in quello che vediamo, nel mondo intorno a noi, c’è un importante riflesso di ciò che noi siamo.

 

Se in noi c’è speranza, emerge speranza.

 

Se in noi c’è rassegnazione, rileveremo rassegnazione.

 

Se c’è gioia, risalterà la gioia.

 

Di più, questa storia ci suggerisce che quello che noi siamo, è un riflesso di quello che pensiamo.

 

La mente è tutto! Ciò che pensiamo, finiamo per diventarlo.

 

Ogni sera, prima di aprire la porta di casa, dopo una lunga e dura giornata di lavoro dovremmo ripensare a quei due cani e immaginare per un attimo di essere uno di loro due.

 

Prendere consapevolezza di come il nostro modo di porci nei confronti di chi ci sta vicino, rivestirà un ruolo determinante nel creare quella realtà che andremo ad affrontare.